Eubiosi e Disbiosi - Cesvipe Alimentazione

Vai ai contenuti

Menu principale:

Alterazioni Metaboliche

m

Disbiosi e Eubiosi Intestinale


La flora intestinale è costituita da centinaia di specie batteriche diverse, che vivono in equilibrio dinamico tra di loro (eubiosi), influenzando lo stato di salute. In condizioni di stress psico-fisico, alimentare, ambientale, oppure dopo cicli di farmaci, può verificarsi un'alterazione delle normali colonie di bionti (disbiosi), esponendo così l'organismo alla proliferazione dei patogeni. La dieta rappresenta l'arma migliore in grado di determinare la composizione delle specie di flora, sia qualitativa che quantitativa. La flora intestinale è da considerarsi un vero e proprio organo nascosto, del peso maggiore del cuore, indispensabile ed invisibile. I costituenti principali sono: lattobacilli e bifidi, poi altri di minori colonie.


Quali sono le conseguenze della disbiosi?
Una presenza di prodotti da digestione incompleta, più una presenza di prodotti tossici derivanti dal metabolismo patogeno, possono creare delle alterazioni alla capacità di assorbimento.
Una delle conseguenze della disbiosi è sicuramente "l'intolleranza", e non basta togliere solamente l'alimento che disturba, ma bisogna ripristinare la flora batterica intestinale. Altra conseguenza è data da un'alterazione del sistema immunitario con conseguente indebolimento dei meccanismi di difesa.

Altre conseguenze fastidiose sono i disturbi della digestione, gonfiore intestinale, stitichezza alternata a dissenteria, cambiamenti dell'umore, alterazione del sonno, candidosi, cistiti, malassorbimento, cefalee.
Da che cosa può essere causata la disbiosi?

In generale: da alimentazione non adatta, da ritmi lavorativi stressanti, da uso di farmaci (antibiotici, lassativi, antiinfiammatori, antidolorifici, ecc), impropria gestione delle emozioni (Vuoi saperne di più?), dalla mancanza di attività fisica (Vuoi saperne di più?).

Ricapitolando:
Probiotico: sono specie di batteri VIVI ed ATTIVI (es. Lactobacilli) che in collaborazione con gli enzimi prodotti ottimizzano i processi vitali dell’organismo ospitante (ad es. gli enzimi prodotti favoriscono la digeribilita' degli alimenti, migliorano l’assimilazione di aminoacidi, ecc.).
Prebiotico: mette a disposizione i fattori iniziali indispensabili all’instaurarsi delle vitali condizioni di crescita fisiologiche (fibre alimentari)


Meccanismo e Funzioni nell’equilibrio fisiologico:

  • Ricolonizzazione del tratto intestinale dopo squilibri gastroenterici a seguito di vaccinazioni, farmaci, specie antibiotici e/o steroidi.

  • I batteri lattici svolgono un ruolo fondamentale nella prevenzione delle malattie in genere e alimentari in particolare: dermatite atopica, dermatiti aspecifiche, allergie respiratorie ecc.

  • I fermenti lattici, in condizioni di pH fisiologico adatto, eliminano la putrefazione intestinale e migliorano la motilita' come risulta da sperimentazioni in vivo (animale gram-free).

  • Hanno un ruolo fondamentale, a pH fisiologico, nella sintesi e nell’utilizzo di alcuni principi vitaminici importanti per il nostro organismo qualli  vitamine Bl, B2, B12, PP, K, Acido Pantotenico, Acido Folico, Ferro, Vit. A, C, ecc.

  • Sono utili, alle adeguate condizioni di pH intestinale, in tutte le malattie.



 
Torna ai contenuti | Torna al menu